12 giu 2010

Coriandoli

In mezzo alla piazza  c’è una donna con i capelli  color ebano e i vestiti colorati che ad ogni passo fa volare coriandoli per aria. La seguo, ebbra di questa visione e del profumo di leggerezza che emana. Vorrei carpire il segreto del suo passo leggero, delle sue vesti che ondeggiano libertà, del candore che leggo nel suo sguardo quando incrocia il mio. La seguo, la trattengo e le tendo la mano. Me la stringe. La sua stretta di mano è diversa, diversa da quella di tutte le mani che ho stretto nella mia intera vita. Mi parla senza emettere alcun suono regalandomi immagini veloci e nitidissime mentre stringe la mia mano per un tempo che pare eterno. Vedo cartelle di fogli bianchi con titoli imponenti, storie appena abbozzate senza finali. La mia arte, il mio unico talento. La mia vita. All’improvviso un guizzo veloce dei suoi occhi  mi rimanda tracce compiute alle mie storie senza finale  e carne e sangue alle mie pagine bianche. Stavolta le immagini sono terrificanti. Vedo porte, cancelli, frontiere e cartelli che indicano direzioni obbligate. Faccio un balzo indietro e come colpita da una scarica elettrica strappo la mia mano da quella morsa spaventosa. Mi ritrovo sola su quella piazza. Non c’è traccia della donna  dai vestiti colorati e dai capelli color ebano. Solo coriandoli ai miei piedi.

41 commenti:

  1. Forse quella stretta è un passo che l'anima volge al proprio sè. Quel racconto senza parole che frulla dietro palpebre appena appena socchiuse. Che scompare appena si spalancano, e, meraviglia solo pezzi colorati.
    Minuscoli pezzetti colorati rimangono, e un sorriso, spero!
    Il primo commento a me di un post che ho tanto atteso, cui, spero, altri seguano. Buonanotte e un sorriso come minuscoli coriandoli di allegria.

    RispondiElimina
  2. Questa pare la storia dei nostri giorni, azzarderei un comizio o magari un semplice incontro laddove la donna dai capelli d'ebano altro non è che una incantatrice. Notte cara.

    RispondiElimina
  3. Aspettare ne è valsa la pena.
    Questo post è meraviglioso.

    Nient'altro.
    (o molto altro forse. Ma non è ora il tempo. Un pò per volta).

    RispondiElimina
  4. Chi sarà mia quella donna che fa volare i coriandoli in aria? Forse una dispensatrice di felicità. Forse i coriandoli a terra sono la prova della tanta felicità che ha regalato alle persone.

    RispondiElimina
  5. Ciao Cleide, se è un sogno devo dedurre: chissà cosa hai mangiato la sera prima?
    Anchio tempo fa ho strinto una mano tanto preziosa, non coriandoli ma qualcosa di più sobria...tante emozioni dolcissime lasciavamo volare in quel caldo pomeriggio.

    RispondiElimina
  6. quella donna, la avverto ancora la sua stretta di mano.
    sento il suo calore, e.. sento il suo sangue pulsare nel mio..
    è lei, la mia fantasia che voleva salutarmi e lasciarmi i suoi dolci petali, affinchè io non smetta mai di sognare
    e io.. non smetterò

    (un saluto, un post molto bello, complimenti, fa sognare me che ho smesso da un pò di tempo.. ce ne vuole ! elleletizia)

    RispondiElimina
  7. Stringere la mano alla nostra fantasia e lasciarci trasportare è una sensazione dolce che non si abbandonerebbe mai!
    Ci conduce dove i limiti delle dimensioni non esistono dove tutto è possibile e tutto sembra bellissimo.
    Dobbiamo stringere forte quella mano perché altrimenti, basta una leggera esitazione e la realtà ci riappare nella sua forma cruda, senza veli e senza nessun tipo di camuffamento. Gli occhi si riempiono di situazioni irrisolte, si ripresentano i limiti, le porte ed i cuori chiusi.
    I "coriandoli" però rimangono, non sono fantasia, segno che dentro di noi le belle immagini che per un attimo ci avevano inebriato esistono sono ben presenti ed allora possiamo tentare di raccoglierli e spargerli intorno a noi come un seminatore il grano.
    In questi giorni che vado spesso a correre al limitare di bellissimi campi di grano (ecco da dove derivano le foto) il pensiero si perde alla bellezza di una natura che ogni stagione ripete il "miracolo" del seme di grano che morendo trasmette nuova vita e si ripete il dono della vita. Mi piace pensare a quei coriandoli come dei semi che come il chicco di grano per dare vita devono morire e ridiventare nuova pianta nuova vita. Non so perché il ciclo della vita è così a volte apparentemente "duro" però questo è, e questo si ripete da millenni, ed in questa immensità siamo immersi noi piccole e fragili creature che spesso abbiamo bisogno di poco per vivere ma contrariamente a come fa il resto della natura invece di semplificare cercando le sole cose che ci servono per vivere ci perdiamo in mille complicazioni.
    Se il chicco di grano non muore non porta frutto.....

    RispondiElimina
  8. Buongiorno

    nn so se è un racconto o cosa

    devo dire che...

    Una cosa è certa

    è stupendo!

    RispondiElimina
  9. Che racconto strano Cleide! A metà strada tra un sogno e un incubo! Mi sentirei una psicologa di terz'ordine nel cercare di decifrarlo e per questo non lo farò! Ma mi piace l'immagine di una donna dai capelli d'ebano e dai vestiti colorati come i suoi coriandoli. Mi piace ricordare quando da bambina vestita da fatina lanciavo coriandoli in aria e ridevo...mentre senza saperlo attendevo di vivere una vita sconosciuta...pagine bianche tutte da scrivere con storie i cui finali non sempre mi son piaciuti... o quasi mai! Poi porte chiude, strade con scelte obbligate...la realtà che supera la fantasia...già, che racconto strano Cleide...mi trasmette un pò di inquietudine nonostante i coriandoli colorati!
    Chissà se sei tornata o se è solo un'apparizione fugace come la donna dai capelli d'ebano :-)

    RispondiElimina
  10. Stringere la mano di un Altro. Sintesi, forza e comunione. Un gesto che esplode con un'attrazione ineffabile.(Desiderio tanto desiderato). Sono contento che sei tornata sul blog, con i coriandoli. Ciaom da Giovanni.

    RispondiElimina
  11. Chissà se è un sogno?
    A me certe cose capitano anche ad occhi aperti...
    Di sicuro, la donna dai capelli color ebano,
    sapeva molto della vita, e forse se non avessi lasciato andare la sua mano qualcosa ti avrebbe suggerito.
    Per respirare a pieni polmoni.
    Quei coriandoli Clè, bè, io li terrei a mente.

    UN BACIO
    (UNSALUTO A CELIA SEMPRE)

    RispondiElimina
  12. Una strada da percorrere obbligatoriamente mi mette ansia ed alla fine scavalco il recinto e vado fuori pista..
    Non mi piacciono le scelte obbligate, quando tutto diventa scontato.
    é bella l'avventura dell'inaspettato perchè ci fa sentire vive,esploratrici della vita.
    Magari non ci azzecca nulla col tuo post ma a me ha trasmesso questo pensiero :-)
    bacio comà e saluta il fantasmino che è passato anche qui a lasciarmi coriandoli ..in casa !! ed ho dovuto pure pulire!!

    RispondiElimina
  13. Un caro saluto a tutti.
    Non si tratta di un sogno. Ho immaginato una stretta di mano amica e un po' magica che mi trasmettesse il segreto della serenità. Il segreto secondo me. Amare la vita che si è scelto di fare e accettare se stessi per quello che si è. :)

    RispondiElimina
  14. parole sagge le tue!
    Riuscire poi è tutta un'altra cosa! Però ci si può aiutare.

    Ciao.
    berardo

    PS
    Molto bella la nuova grafica

    RispondiElimina
  15. Era importante la tua chiarificazione. Ma che lasciasse coriandoli di allegria, quella donna, ne ero sicura.
    La serenità della scelta fatta.
    Quanto racconti in quelle righe...quanto sei tutti noi!
    un bacio Clè

    RispondiElimina
  16. Comunque l'ombrello vedo che c'è sempre...

    RispondiElimina
  17. E' la magia della vita, le nostre speranze, i nostri sogni, le nostre delusioni. Poi nella nostra memoria restano faville di pensiero: coriandoli, appunto.

    RispondiElimina
  18. Io sogno spesso mia zia Sara che mi lascia coriandoli in casa, spesso ho creduto di vederla camminare per le vie del paese, ma come sai cosi' non è. Non so perchè dico questo ma cosi' mi sento. Non ho bisogno di spiegare tanto comprendi.
    Una mano amica che ci possa trasmettere i segreti della serenita' sarebbe bella cosa ma poi forse un segreto non c'è o è quello come ben dici di amare la vita che si è scelto e amarsi per quello che si è, e non è cosa facile, anzi. Ma i coriandoli ci aiuteranno.
    Saluti a Ekos che forse ho compreso chi è :)

    RispondiElimina
  19. Dimenticavo.
    La tua nuova veste mi piace tanto :)

    RispondiElimina
  20. Un bacio...
    anzi coriandoli per te.

    RispondiElimina
  21. Sei coinvolgente nel dipingere i tuoi pensieri, complimenti :-)

    RispondiElimina
  22. ho incrociato i tuoi commenti da Arial e mi hai destato curiosità di conoscere il tuo blog, non sono rimasta affatto delusa:)
    il tuo post mi colpisce nella sua visionarità perchè è anche un mio modo di sviscerare le emozioni e materializarle in immagini in una consecutio onirica che rifluisce nella scrittura come sua destinazione definitiva.

    questo dici nel tuo profilo: La mia è una stagione dove i dubbi mettono radici e le certezze diventano schizzi di cui sarebbe troppo fantasioso prevederne la forma finale.

    e qui mi immergo
    un saluto

    RispondiElimina
  23. Tu sogni donne dai capelli color ebano,dai vestiti colorati e che lasciano coriandoli...azz..io sogno cose piu' inquietanti come il diluvio universale, o il figlio dell'uomo che viene presentato da Pippo Baudo come se stesse partecipando al festival di sanremo,oppure un prete che si lancia dal campanile di una chiesa o ancora l'ultimo che mi sovviene e' un tunnel molto buio e alla fine di questo tunnel una luce fortissima!ora dicono che quest'ultimo sia cio' che vedono le persone in coma e che raccontano al risveglio..mi chiedo:ma non e' che la mia vita e' un coma lungo 37 anni?:)) saluti siculissimi e "cauri" (caldi nel senso che c'e' caldo)

    RispondiElimina
  24. Ciao dalle vacanze!
    Ciao dal mare!
    Ciao da un posto dove coltivo piante, ortaggi, piante grasse e non, prossima la marmellata di prugne.
    Bacioni!

    RispondiElimina
  25. Ciao Cleide
    Un saluto e un sorriso :-)

    RispondiElimina
  26. Molte volte mentre cerco di creare qualcosa aspetto la mano di questa signora che mi dia ispirazione giusta o le giuste emozioni per completare l'opera. A volte la trovo, altre volte rimango a cercarla,ma proprio questa ricerca mi mette di fronte ad altre immagini e signore che sino ad allora i miei limiti non mi avevano fatto notare.Un saluto e Buona estate.

    RispondiElimina
  27. Un saluto e una serena estate a tutti. Passerò a trovarci appena possibile. Sono fuori e con la connessione a singhiozzo.:)

    RispondiElimina
  28. Ma se alla connessione le facciamo prendere uno spavento grande grande...le passa il singhiozzo? :-)

    RispondiElimina
  29. ciao Mo, pensavo di aver molto da leggere, abbiamo rallentato tutti... La scrittura è frutto del pensiero, meno male che c'è... allontaniamo gli incubi e che non ci manchi mai la speranza...

    RispondiElimina
  30. saluto anche Celia da qui, visto che non posso farlo da suo blog... ma candu torras!?

    RispondiElimina
  31. ...son contento che hai lasciato la mano a chi voleva portarti via, preferendo di restare con noi...
    ti aspettiamo presto.

    RispondiElimina
  32. Cerco di ricordare cosa si prova a passare dagli amici cliccando dal proprio blog :)
    Forse ci siamo, forse.
    Un saluto dal sud :)

    RispondiElimina
  33. Cerco di ricordare che devo aprire più spesso il mio blog se aprirlo mi riserva delle sorprese. Bentornata! ;)

    RispondiElimina
  34. Cleide cara anch'io cerco di passare ogni tanto dal tuo blog per trovare una sorpresa bella ...
    Ripasso. Va bene.
    Ma riprovo, e aspetto.
    Spero sempre in quella sorpresa.
    Batti un colpo...A presto

    RispondiElimina
  35. ciao cleide, salutino.. (niente di più perchè credo mi sarò letta il post circa dieci volte in questi mesi..)

    RispondiElimina
  36. Dice il poeta:
    Madonna, che cosa è la vita?
    è l'ombra di un sogno fuggente...
    la favola breve è finita.
    Il solo immortale è l'amor

    Un bacio e un abbraccio, anche tu lontana dal blog?

    RispondiElimina
  37. Bello pure questo... e brava pure questa volta :-)

    RispondiElimina