10 nov 2008

Un tè? No grazie!




Mi chiedo se possiamo essere suggestionati da ciò che beviamo. Può il rito del the, con il suo aroma avvolgente e suggestivo, suscitare pensieri che ne richiamino le sue caratteristiche? Mi spiego: se bevo una birra, fresca, frizzante e spumeggiante, so per certo che piega prenderà la serata.
Ho bevuto con un amico un tè alla nostalgia. Quest'aroma non è in commercio, per fortuna, quindi non cercatelo.
Ci sono momenti della nostra vita che scivolano via dalla memoria lasciando dietro di se solo un orma leggera in uno sperduto angolo della nostra mente. Momenti che, complice lo scorrere del tempo, si dimentica persino di aver perduto. Altri che, se scoperti, potrebbero devastarti. I miei ricordi sono rami secchi, colture interrotte, semi che non hanno germogliato. E la bellezza e il calore che rimane fa solo male perché esiste in funzione delle sue connessioni. Ascoltavo il mio amico crogiolarsi nella nostalgia e nei ricordi ed era evidente il calore e la tenerezza che in lui suscitavano. Ma a tratti i suoi occhi lucidi tradivano una qualche sofferenza. Credo che non sia carino affermare che la tentazione di mollare lui e il the in quel locale è stata molto forte. Io non amo il profumo delle madeleines. Il profumo dei ricordi che ti prende alla gola a tradimento e ti stordisce. La grazia di un ricordo porta inevitabilmente con se pure la dannazione di ciò che non esiste più. Io ho un cervello addestrato alla difesa. Quando mi chiudo una porta alle spalle, questo va in corto circuito e distrugge tutto. Bruciato, cenere, morto e sepolto. I ricordi non sono come le onde che esigono il ritorno. Se ne può fare a meno del ritorno. Io ho bisogno di farne a meno per non fermarmi

7 commenti:

  1. Ma se do invio escono quei codici html...
    toh
    ecco
    mi'
    un'altro...
    vai a capire tu... manco da un po' e tutto è diverso.
    :)
    postato da celia (Utente registrato : Celia Sanchez) il 18/11/2008 20:26

    Veloce veloce veloce a te non si può dire di no :))
    Senti se riesci a fare una respirazione bocca a bocca al mio blog prego accomodati, se vedi spuntare funghi però raccoglili pure e fai la pasta con la panna e invitami a pranzo...
    Ci sentiamo domani sera tardi via mail.
    Per farmi perdonare ti invio torta al cioccolato fatta da Marilena, una bomba :)
    Basitteddu

    postato da celia (Utente registrato : Celia Sanchez) il 18/11/2008 20:16

    Grazie comare carissima, per fortuna c'è la mia cagnolina che in questi giorni mi è stata di grande supporto. Io credo che prenderò presto un'altra gattina prima che il dolore mi impedisca di farlo. Nessuno la potrà sostituire ma dare amore non può che farmi bene!
    Un abbraccio forte dalla tua comare vento
    postato da vento (Utente registrato : vento) il 18/11/2008 10:06

    Io il the lo bevo raramente perchè è un classico di questa bevanda, porta a riflettere e io non ho più il tempo per questi momenti di pausa,devo correre e non incamerare niente,le emozioni hanno un tempo e il mio penso sia per scadere.(Non sto per morire,tocchiamo ferro :-))ma è così. Sempre con affetto
    Roberto

    Ps Credo di aver fatto un salto triplo mortale per lasciarti questo commento:-)parola da digitare SMALTO quello non lo perderò mai!!!! Ma perchè a Bergamo ci siamo bevuti un caffè invece di una birra fresca fresca?

    postato da roberto (Utente registrato : Roberto) il 15/11/2008 12:56

    meglio il carcadè.
    postato da fgem (Utente registrato : F/G) il 14/11/2008 21:28

    io il thè ogni tanto lo bevo, ma non ho capito ancora se mi piace. cioè in realtà ne apprezzo più che altro la temperatura, se ho sete bevo quello freddo se fa freddo quello caldo..praticamente potrei risparmiare e bere solo acqua, ma c'è la componenente che chiamerei psicologica-consumistico-appagatoria che me lo impedisce. cioè, l'acqua è solo acqua..o no?
    postato da Guiro Karelias (Utente registrato : Guiro Karelias) il 14/11/2008 16:24

    Fermo restando che hai scritto un bel pezzo, volevo dire un paio di cose. La prima è che non bevo the quindi mi do costantemente alla birra ma non disdegno altre bevande come coca (cola) e aranciata; la seconda è che forse è meglio lasciar perdere i ricordi che sprigionano la nostalgia. Quindi sono d'accordo. Cin cin
    postato da Rents (Utente registrato : Rents) il 14/11/2008 10:34

    Giraffa..me la spieghi la "Giraffa"? :) Tu sei intelligente, viva e molte altre cose. Ma ho sempre pensato che dovresti volerti più bene. Ecco. Impegnati di più su questo punto. E non sparire.:)

    Andreapac..anche io vanto qualche Agonia tra il mio giro di conoscenze, ma grazie a Dio ho anche qualche Attilio e così ci si compensa.:-)

    Sergio..io a volte faccio la dura, ma i miei ricordi me li tengo stretti. Il problema è, come dici tu, quello che ci impedisce di andare avanti. Ma ci sto lavorando su.:-)
    Sai che non avevo pensato che quella potesse essere un meteorite? A volte vale la pena tenere il naso all'insù.
    Ti offro una tazza di cioccolata al peperoncino che fa bene al cuore..ma a quest'ora non so se concilii il sonno. Passerò con piacere da te.
    Ed ora a nanna!
    postato da cleide (Utente registrato : nessuno) il 14/11/2008 00:51

    Bellissima esperienza Cleide, evidentemente era un meteorite di notevole grandezza che scendeva nell'atmosfera lungo una tangente. Può anche darsi che fosse un satellite meccanico in caduta libera (ne cadono molti). A me capitò una cosa diversa proprio mentre ero in visita all'Osservatorio Astronomico: cadde un meteorite luminosissimo che si dissolse in un attimo in una favolosa esplosione di colori! Purtroppo, malgrado la comitiva fosse numerosa, me ne accorsi solo io che in quel momento guardavo in una direzione diversa dagli altri. E' un peccato non condividere certe esperienze.:-))
    Grazie per la graditissima visita e torna quando vuoi, sarà un vero piacere :-)
    Ciao
    postato da sergio (Utente registrato : Sergio) il 14/11/2008 00:23

    Purtroppo (o fortunatamente) non possiamo fare a meno dei ricordi. Siamo ciò che siamo proprio in virtù dei ricordi; se un improvvisa amnesia cancellasse tutto il nostro passato non saremmo più noi. Dolci o amari che siano i ricordi sono la nostra vita. Certo non devono impedirci di guardare avanti verso il futuro, e non dobbiamo vivere solo nei rimpianti o nelle gioie del passato, però... Ehm... qualcuno può offrirmi una tazza di cioccolata calda? Grazie, molto gentile! :-)))
    postato da sergio (Utente registrato : Sergio) il 13/11/2008 17:24

    ci siamo capite... ;) baci...
    postato da La giraffa (Utente registrato : Me) il 13/11/2008 12:45

    Perfettamente daccordo,acqua passata non macina più.Di scheletri nell'armadio mai.Comunque codesto riesumare è più frequente fra le donne.Una amica la chiamiamo AGONIA e quando attacca c'è da girare alla larga.In certe occasioni si appiccica ad Attilio che è uno che fa satira su tutto e così si fanno tante risate.La poverina spesso ride per non piangere
    postato da andreapac (Utente registrato : andreapac) il 12/11/2008 20:47

    che bel post...e quanto tempo non mi fermavo a leggerne uno per intero...mi hai fatto fluttuare...ma che brava... anche io ho lo stesso corto circuito... ma spesso mi sforzo perchè mi fa sentir piu viva!!!! ma ho detto qualcosa di intelligente ? non so non credo... ma mè uscito cosi...baci spero di riprendere piano per proseguire lontano con voi... (ma roberto perche non mi parla piu???)
    postato da La giraffa (Utente registrato : Me) il 12/11/2008 20:03

    Fantagirl...speriamo che quei portoni un giorno o l'altro non ci si aprano sul muso.:)

    Mjb...mi sa che dobbiamo inventarci qualcosa.:)

    Capitano...io avevo intuito che piovesse. Grazie per non avermi svelato il finale del film.

    Comare Vento...ti impartirei volentieri lezioni, ma temo di averne ancora bisogno anche io.

    Sanchez...mi sorprendo sempre di come noi due, pur così diverse, siamo poi incredibilmene simili su alcuni punti. Anche nel bere solo Ichnusa.:)

    Simo...sono sempre per una risata in compagnia. Anche quando non c'è niente per cui ridere.:)

    Sempreio...smussare va bene. Pensa che io nel temporivedo e correggo a mio piacimento.. E non è da persone normali.:)

    Elle...birra e a casa ti riporto io, talmente stanca che non avrai tempo per pensare.:-)

    Capitano..io l'avevo scritto alla francese. Tiscali ha corretto all'inglese. Ho tagliato la testa al toro e l'ho corretto in italiano.
    Scusa, ma la mia parmigiana non era estremamente dietetica? :-)

    Sea Gulll..cin cin..tu hai ragione. Forse il punto è che si tende a cancellare ciò che non si è rielaborato e superato.:(

    Nenet...una birra per te se tu mi intoni una tua aria.:)
    postato da Cleide (Utente registrato : nessuno) il 12/11/2008 17:48

    Hola comare, per pura coincidenza ho letto il post proprio sorseggiando un caldo e aromatico thè..a stasera per la birretta! ;-)
    Mi colpisce una frase: grazia ed insieme dannazione di un ricordo..
    Anch'io chiudo porta, portone e portoncino e non mi crogiolo all'idea del passato..forse perchè basta quanto mi sono dannata vivendolo..quindi quando arrivo alla fine ho davvero chiuso il cerchio e spossato talmente le mie membra che mi auto-schermo.
    Io quell'amico l'avrei proprio mollato sul punto degli occhi lucidi..qsto periodo non potrei reggere un uomo che si commuove.
    Mail per news.. Kiss ;-)
    postato da Fantagirl (Utente registrato : Fantaghirò) il 12/11/2008 16:29

    Io vorrei un the alla calma.
    Così più bevo, più divento tranquilla e socievole.
    Poi vorrei un the all'educazione.
    Così la smetto con le parolacce.
    Poi anche uno come anti sfiga, che chissà mai che riesco ad evitare persone con cui condividere the ai ricordi.
    Che non sono mica di ricordi in questo periodo.
    C'ho l'incazzo facile (si, amore, stranamente si ;)).

    Questo post mi piace molto.
    Il prossimo the, però lo voglio alla felicità.
    Esiste?
    (mi sa che si chiama the alla marijuana).
    :D
    postato da MjB (Utente registrato : Mirtilla Jingle Bells) il 12/11/2008 16:22

    Fuori argomento devo dire che ho visto finalmente il film da cui sono tratti la foto nella testata e il tuo avatar. La scena ritratta è proprio all'inizio del film, "Il velo dipinto". E la cosa strana è che i due personaggi non si difendevano dal sole come avevo sempre creduto, ma nel film pioveva mica male. :-)
    postato da mio capitano (Utente registrato : kukuk@tiscali.it) il 12/11/2008 13:46

    Ti posso invidiare questa tua capacità di difesa contro i ricordi? Posso venire a prendere lezioni? ;-) Io mi ci tuffo spesso ma almeno non ci trascino nessuno, sarebbe un'esperienza troppo forte per chiunque anche per un vero amico, e nel mio strano mondo la devo sempre affrontare da sola spesso vengo accompagnata da una tazza di infuso fumante per sostenermi!
    ti abbraccio e ti mando tanti sorrisi
    il vento tua comare
    postato da vento (Utente registrato : vento) il 12/11/2008 12:13

    E dire che volevo arrivare qui passando dalla Home delle Home Page di Mamma Tiscali. E invece...
    Tu hai bevuto un the mica un tea :)
    Pensa che io non solo ho un cervello che distrugge tutto ma io lo formatto pure. All'occorrenza. Quando noto che ci sono settori danneggiati e non recuperabili io lo riporto allo stato iniziale cancellando ogni traccia di tutto. E i ricordi migliori li masterizzo. E li convervo ma non nel mio cervello.
    La frase "addestrato alla difesa" la prendo in prestito. Che mi piace assai.
    Anche se so benissimo che i ricordi hanno un loro perchè è la nostalgia che io non sopporto. Quella davvero ti stordisce come poche cose. E se ci fai caso il ricordo con il tempo si ravvede e con il senno di poi diventa persino una cosa da difendere lo si cambia come più ci piace, a volte, con forma e sostanza differente, la nostalgia quella è una stronza patentata ti fa desiderare di tornare indietro a come si era, a come eravamo e il come eravamo a me fa tanta paura. Meglio il presente, sorridendo di alcuni ricordi, solo quelli masterizzati, di fronte a una bella birra Ichnusa. Non dirmi che vuoi bere una birra non sarda :)

    postato da celia (Utente registrato : Celia Sanchez) il 11/11/2008 09:57

    Ciao bella, sto reinstallando alcuni programmi sul mio portatile che ieri è stato infetto da un virus nonchè da un cavallo di Ulisse...in effetti ora che mi ci fai pensare ho un po' di nostalgia per il mio "vecchio" laptop: meno male che salvo sempre tutto su cd e dvd ma...avevo ricette esiti fantastici memorizzati qui!
    ah che nostalgia...
    Dai vai a farti una birra in compagnia, magari anche ricordando i bei tempi andati però solo per farsi due risate con gli amici, che quello fa sempre bene
    un bacio
    postato da Timo (Utente registrato : Timo) il 10/11/2008 22:55

    eppure ci sono ricordi che sono semplicemente carezze per la mentre, come un bel tè caldo all'aroma di vaniglia in una giornata grigia... i ricordi che graffiano tendo a smussarli, come l'acqua che scivola per un tempo infinito riesce perfino ad arrotondare la pietra.
    non siamo tutti uguali. beviamoci una birretta... salute ;-)
    postato da sempreio (Utente registrato : sempreio) il 10/11/2008 22:24

    Tè alla nostalgia,ma quanto ne avrò sorseggiato? ben caldo,non eccessivamente dolce,qualche biscottino per accompagnarlo e un bel pò di lacrime per insaporirlo meglio! Soprattutto la notte quando da sola magari ti svegli e i ricordi ti assalgono senza poterli controllare o cacciare via!
    Birretta fresca e pizza...e chi mi riporta a casa poi?
    postato da elle (Utente registrato : elle) il 10/11/2008 19:07

    Ho visto che ti hanno messo nella home page principale di tiscali (tiscali.it) commettendo ben due errori, cui il secondo peggiore del primo.
    Se clicchi sul rimando al tuo post in home page, ti mandano non qui ma alla home page di tiscali blog.
    L'errore grave è che ti hanno corretto il titolo utilizzando la dizione "tea" che sarebbe stata appropriata a Londra, non certo nel Belpaese. :-)
    postato da mio capitano (Utente registrato : kukuk@tiscali.it) il 10/11/2008 18:45

    Preferisco senza dubbio i ricordi alla birra spina che al té nostalgia.
    I migliori ricordi sono quelli che vengono con il panino croccante alla nutella. Ma ne vengono di discreti pure con il limoncello di Sorrento e con le lasagne al forno. Da evitare i ricordi con le melanzane alla parmigiana, con triplo o quadruplo strato di formaggio, ne so qualcosa. :-)
    postato da mio capitano (Utente registrato : kukuk@tiscali.it) il 10/11/2008 13:32

    Io credo che, anche se dolorosi, i ricordi fanno parte del nostro vissuto e non possono essere resetati. Certamente bisognerebbe rivederli con il giusto distacco....come qualcosa di "superato"...parte del disegno della nostra esistenza....nulla di più.
    Quanto alla birretta, se posso, ci sto anch'io...cin cin...

    buona giornata
    sea gull
    postato da sea gull (Utente registrato : Sea Gull alias Mauro) il 10/11/2008 10:14

    Beh cara Cleide, vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda ... la birretta ci sta eccome!!! alla nostra!!! Nenet
    postato da nenet (Utente registrato : Nenet) il 10/11/2008 00:42

    RispondiElimina
  2. Tu dirai come ho fatto a trovarti?Be mi hai insegnato bene il mestiere...non mi scappa più nessuno :-)
    Complimenti per il blog:-)
    Ciao e a presto Emma
    Roberto

    RispondiElimina
  3. A friend told me this place I have been looking for, I come, it turned out, I have not disappointed, good Blog!
    runescape money

    RispondiElimina
  4. molto intiresno, grazie

    RispondiElimina
  5. molto intiresno, grazie

    RispondiElimina
  6. quello che stavo cercando, grazie

    RispondiElimina