28 mar 2009

Achtung Baby


Quando hanno spiegato come si prende per il verso giusto questa campionario di circostanze che chiamano vita, ero distratta o ero assente. E mi domando se non sia tardi per prendere ripetizioni o non mi resti che fare della mia asinità virtù. Sono una irresponsabile esistenziale. Con i pensieri appesi come salami che tardano a stagionare. Banditi latitanti. Primule rosse. E Dio sa che cosa salterà fuori il giorno che si riveleranno. Mi rimane sempre il manuale di atterraggio sul morbido. Me lo regalò un amico che nel frattempo ho perso di vista. Si mormora si sia fatto molto male. Schiantato sull’asfalto di sogni disertori. La mia domanda ora è: avrà usato il manuale?

64 commenti:

  1. non sapevo di questo manuale. suppongo non abbia avuto molto successo dato che gli atterraggi che conosco sono tutti catastrofici.
    ciao cara.
    :)

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con Cuncetta.E ora mi spiego perché le strade sono piene di buche...:))))))
    Buona domenica
    mk

    RispondiElimina
  3. L'unico manuale che conosco è quello delle giovani marmotte. detto questa deficienza, immagino che non ne sia mai esistito uno buono per ogni occasione. :) ciao cleide cara. buona domenica.

    RispondiElimina
  4. Ma guardatela: schiantato sull'asfalto dei sogni disertori! Questo sì che è parlare. :-)
    Voglio inaugurare il mio nuovo avatar, è un periodo di cambiamenti, questo.
    A proposito di manuali: quando mio nipote era piccolo mi faceva strane domande, tra cui Come faresti a rapinare una banca? Io gli rispondevo: prima di rapinare una banca mi leggerei uno o meglio più manuali, per esempio che mi spiegassero in che tono dire: "Fermi tutti, questa è una rapina"!. L'ultima è una battuta, ma sui manuali sono serio, si può imparare a fare tutto con i manuali che trovi su internet, anche rapinare una banca.

    RispondiElimina
  5. Cuncetta..sto cercando di sfatare questo luogo comune. Io atterrerò senza un graffio.Poi il manuale lo scriverò io.))

    Monica..quelli sono i buchi delle casse comunali.))

    Gians..ho un amica che quando ha bisogno di istruzioni apre a caso la Bibbia. Dice che risponde sempre. Beata lei.)

    Penultimo dei Capitani..confessa che daresti un braccio per vedermi pendere dalle tue labbra come quel bravo ragazzo di tuo nipote. Ma io non sono la tua nipotina.))

    RispondiElimina
  6. guarda...piu' buche prenderai e piu' cadute a terra farai,sempre piu' si rafforzera' la tua pelle e la tua anima...allora avrai costruito dentro te il tuo manuale...ciao

    RispondiElimina
  7. Manuale??macche'...chi ce l'ha mai avuto?come quelle persone che hanno sempre le certezze di ogni cosa che faranno...impossibile!l'uomo(inteso come genere umano ;)) e' "non perfetto" altrimenti sai che palle la vita tutta uguale,tutte strade libere,in discesa e senza semafori rossi? nessuno e' perfetto,errare e' umano e non esistono manuali...baci siculi :)

    RispondiElimina
  8. Mi sa che è meglio lasciar perdere i manuali.
    La foto non so di dove sia

    RispondiElimina
  9. .. l'ho sempre sostenuto..

    sarebbe tutto più semplice se quando nasciamo ci fornissero del manuale di istruzioni per l'uso, e magari anche la data di scadenza...


    .. PIU' SEMPLICE MA MOLTO MENO DIVERTENTE!

    RispondiElimina
  10. Prendere la vita per il verso giusto? E chi lo sa fare? E quale è il verso? E quello giusto poi? E che palle prendere sempre e tutto per il verso giusto. Una noia senza confini. Vuoi mettere? Percorrere l'esistenza in direzione ostinata e contraria? Che poi in effetti chi dice che sia ostinata e contraria? Giusto, sbagliato, bello, brutto, scegliere bene o male... andare o tornare... li si, dall'altra parte no, quello va bene, quello non si fa... sempre a seguire schemi,regole degli altri quelle fatte e dettate da "illuminati" di questa bella societa'.
    Io dico, prima di tutti mangiati i salami appesi che considerato che sono anche sardi saranno buonissimi :), poi fai quel che ti pare, anche l'irresponsabile esistenziale che va benissimo cosi'. Non leggere manuali che quelli ti fottono come niente e ti raccontano pure che c'è del morbido quando si cade e invece è una stronzata. Ci si fa male eccome anzi ci si procurano ferite e lividi che tarderanno a guarire, ma più ferite pià cadute, più cadute più saggezza e quando il corpo sarà abituato ad attutire i colpi allora fregherai le cadute come niente. Stai per cadere? E chi se ne frega hai pelle dura e calli abbastanza da non sentire il colpo. Se mi vedi a terra quando cadi pure tu però aiutami a risollevarmi che ho un mal di schiena che non ti dico :))

    RispondiElimina
  11. Io penso che l'unica cosa che ci fa atterrare senza farci troppo male sia l'esperienza. Più si vive meno si cade anche perchè più passano gli anni e più rischi di farti male! Un abbraccio sincero e spero di vederti presto comare mia!
    il vento

    RispondiElimina
  12. Che bello questo post..davvero!
    l'ho letto due volte..
    Secondo me l'ha usato solo che
    non aveva tenuto conto del vento..
    si! se cambia il vento le condizioni
    si modificano e fanculo al manuale..
    Azz!
    un bacio questa sera se fa maria fresca fresca...
    :)

    RispondiElimina
  13. Ma che bello codesto post! l'ho letto al contrario e ci ho ritrovato il seguente messaggio subliminale:

    leaunam li otasu àrva: é aro adnamod aim al...

    appensa scopro che significa te lo fo sapere!!

    :-)

    RispondiElimina
  14. Solo un grazie di cuore per il tuo gentile commento e l'affettuosa partecipazione :-))

    RispondiElimina
  15. Folletti..
    :) ! ortla ies non ehc osolamreP

    Isi..che mi scenda un fulmine se ho capito l'ultima frase.)

    Vento..allora il manuale mi serve davvero.:)

    Celia..non sono da manuale, come non lo sei neppure tu, ma confesso che a volte invidio quelli che non hanno sbagliato un colpo, che hanno fatto quello che si doveva fare e secchi pesti e muti. Ma solo a volte.)

    Balua..ma dove l'avrai trovato quest'avatar schizzato?.))

    Alessandro..avevo pensato si trattasse di Fiumesanto. Pensa la fantasia.)

    Zagara Family..sappiamo che è così ma talvolta ne faremmo volentieri a meno di fracassarci le ossa.))

    RispondiElimina
  16. Sergio..se ci siamo per ridere, ci siamo anche per una pacca sulla spalla. E non è vero che se è virtuale vale meno. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  17. Molto bella la foto, quanto all'atterraggio ... beh l'unica fase di volo che mi concedo è quella della corsa ;-)

    RispondiElimina
  18. Grazie :)
    maria fresca fresca x te anzi 2
    ma sssssssss...
    mi raccomando ;)

    RispondiElimina
  19. oja ..
    una maria è una mail..
    da "c'è posta x te"
    ahahhahahaahah :)

    RispondiElimina
  20. cleide, intanto ti ringrazio per aver interpretato correttamente il mio pensiero. (visto come era scritto) Detto questo invidio le persone che hanno tutte le certezze in tasca, le invidio solo per una ragione, in questo modo trovano il tempo, che a me manca ampiamente per le normali attività, che invece dedico a risolvere o perlomeno a provarci, nel decidere di me, e nel non sperare che sia la divina provvidenza a farlo. ;)

    RispondiElimina
  21. Più che il "manuale di atterraggio sul morbido" (diffido dei manuali soprattutto se non hanno il paracadute),mi è piaciuto molto l'idea che i tuoi pensieri possano essere come salami in attesa di stagionatura...ma sai che buon profumino sento provenire dalla tua mente???
    Ciao carissima,buon primo Aprile:))

    RispondiElimina
  22. come va il feeling con Capellese...?
    (da Celia scherzavo, eh...).
    Basidus, M.

    RispondiElimina
  23. ... a proposito di atterraggi sperimentali sicurissimi, ti consiglio il programma "seicentodieci" (sei-uno-zero), Radio 2 ore 17 dal lunedì al venerdì... poi mi fai sapere...

    RispondiElimina
  24. Ciao, viè un po' qua:
    tuttinsieme.blog.tiscali.it
    (Raz sconosciuto)

    RispondiElimina
  25. Pensieri appesi come salami che tardano a stagionare: mi praxidi meda custa!complimenti, la farò mia (solo con gli amici, e rivelerò la fonte naturalmente).
    Grazie per la visita, presto aggionerò le mie avventure, niente ristorantini sardi ma casa nuova e tanto sport...seu tottu arrogada, mamma mia sa beccesa.
    a presto

    RispondiElimina
  26. allora attendo trepidamente il manuale il questione.
    in attesa, curo le ferite di atterraggio e ti saluto.
    ciao cara
    :)

    RispondiElimina
  27. Guarda che glielo ho detto che ci deve ringraziare se non fosse stato per noi chi cacchiolina l'avrebbe commentato? Però è davvero un bravo figliolo il Giomba, un genio, uno che a vederlo e a leggerlo cosi' non si direbbe :) Poi mi ha dato della ciambella. Ma ti pare! A me! :)

    RispondiElimina
  28. Cara Cleide, hai il manuale per non andare a sbattere e ce lo dici solo ora?!!
    Dai, me lo presti?
    Certo il fatto che ti te lo ha dato è andato a schiantarsi da qualche parte non volge a favore di questo manuale, ma un tentativo si può sempre fare! Non è che come succede spesso anche questo manuale va letto bene? Forse il segreto è come leggere i fatti che ogni giorno si svolgono in noi intorno a noi, grazie a noi e con noi o senza di noi! Se riuscissimo a leggere questi fatti con una logica che non tutto quello che accade è sempre contro di noi (non tutto il male viene per nuocere) e che tutto ciò che accade va comunque in una direzione che possiamo in qualche modo volgere a nostro favore allora la nostra vita avrebbe un notevole scatto di qualità! Forse il segreto è nel cambiare occhi, o occhiali!!

    Auguri.
    Ciao.

    berardo

    RispondiElimina
  29. Nun me parlà di comune per carità...E' la mia bestia nera!:)))))))))
    Buon we:)
    mk

    RispondiElimina
  30. leggerò il tuo post dopo. Intanto ti dò la ricetta della cotoletta alla palermitana: bagna le fettine progressivamente in farina, olio, uova, pangrattato.
    Usa olio di girasole o di arachidi per friggere.
    Ovviamente spolvera di sale prima dei passaggi, e metti un pò di sale nella mollica di pane. Ciao. Riprenderemo a scherzare?
    SI

    RispondiElimina
  31. Cleide con questa scrittura leonardesca da leggere da destra a sinistra ho avuto per un attimo la sensazione netta che avrei letto messaggi criptati i tutti i commenti e siccome sto quasi per adeguarmi ti dirò: ittellof es ominonis id stitep illof?
    Idioma celtico delle terre di mezzo.
    io mi sento però delle terre lontane. Lontane tanto che il federalismo taglierà fuori dall'Italia.
    pensa tu dalla Sardegna verrai in Sicilia come in un nuovo continente.
    Vado a fare la ginnastica, vieni insieme a me?
    la cotoletta...fatta?

    RispondiElimina
  32. ciao cara viaggiatrice , una vita di domande senza risposte è coraggiosa perchè in tanti sono a negarsi anche le domande,troppo faticoso e doloroso guardarsi dentro..tu in ciò ti riveli un'avventuriera del vivere

    RispondiElimina
  33. E allora guarda un pò...sai che proprio tutto si va aggiustando?
    Si. Al lavoro finirò per coronare il sogno di una vita, mentre tu la cotoletta l'hai proprio gustata, io infine sto per leggere le ultime bozze. Saranno le definitive?
    Si. ti faccio sapere più tardi se la stampa sarà per dopo pasqua.
    Ciao.
    Io non so dove sarò per dopo Pasqua.

    RispondiElimina
  34. mi latiti pure tu. :)) un caro saluto.

    RispondiElimina
  35. Grazie delle Cleide della tua squisita sensibilità! Hai ragione, sei un attenta lettrice, sono di quelle parti! Sono nato in un piccolo paesino sotto il gran sasso,quindi testa durissima!!Poi la famiglia si è spostata nella provincie di Teramo e Pescara, i parenti in vita sono di quelle parti!
    Comunque grazie tantissimo!!

    Ciao.

    berardo

    RispondiElimina
  36. sei a napoli?
    :)

    RispondiElimina
  37. bene cara.. passata la tempesta e ..ricordi?..odi augelli far festa :-)
    parole sagge le tue: rispetto..parola d'ordine per ogni rapporto, d'amore, d'amicizia, qualunque.. e spesso rispetto disatteso da prevaricazione..
    se trovassi un ragazzo rispettoso forse troverei la scarpa giusta ;-)
    notte a buona pasqua che domani torno a rinfrescarmi le idee in alto ;-)

    RispondiElimina
  38. Ovunque tu sia, stammi bene. :)

    RispondiElimina
  39. Cara Cleide, auguri di una serena Pasqua:)
    E nun mangià troppo!:DDD
    Mk

    RispondiElimina
  40. Buona Pasqua "baby",dolce cioccolata e serena giornata:)

    RispondiElimina
  41. buona pasqua cara a te ed al tuo capitano.
    :)

    RispondiElimina
  42. Buona Pasqua.. un bacio Rosy :)

    RispondiElimina
  43. Grazie eh,eccerto che mi piace la cioccolata!!

    :-)

    RispondiElimina
  44. ciao Cle, tutto bene?
    ti aspetto per chiacchierare un pò oggi pomeriggio

    RispondiElimina
  45. Ma quali manuali?
    Non servono a nulla, solitamente chi li scrive non sa nemmeno quello che scrive
    e quelli che li comprano non arrivano mai a leggerlo tutto.
    A furia di cadere, io sono un esperta di cadute, si è formata una voragine intorno a me,
    beh mi ci sono abituata e ho fatto in modo di convivere con questo buco esistenziale!
    Se cerchi delle risposte alle tue domande, credo che non esista nessun manuale che possa soddisfare la tua richiesta, spesso le risposte le abbiamo già, sono quelle che ci ronzano dentro la testa e non abbiamo mai il coraggio di prenderle in considerazione.
    Un abbraccio

    laracchia

    RispondiElimina
  46. dove sei finita, dolce Cleide?

    RispondiElimina
  47. arieccola Cleiduzza biddiccia :))...tranquilla guardo oltre eccome era solo un post di sfogo post incontri legali :P ci mancherebbe che non mi godo questo momento...ti ringrazio...un bacio

    RispondiElimina
  48. Ciao Cleide:DDDDDDDD
    Mk

    RispondiElimina
  49. Dai vieni anche tu di là! Francesco si è convertito e tu? Dai, movimentiamo un po' tutto l'ambiente in modo positivo perchè altrimenti rischia di finire in mano solo a chi fa i quiz più stupidi del mondo ed altri giochetti vari!
    Ti aspetto.

    Ciao.

    berardo

    RispondiElimina
  50. Ho letto che sei ritornata.
    quando ti invitavo a chiacchierare non sapevo che stavi là.
    Adesso è un pò tardi e sto andando a nanna.
    Troverai tuttavia una sorpresa, basta passare da me.
    a presto

    RispondiElimina
  51. :D, bella la tua capacità di non stare o stare sui blog. :))

    RispondiElimina
  52. due sono le cose: o il manuale è ancora alla prima pagina o è in ristampa e come sempre me lo sono perso.

    :)

    RispondiElimina
  53. Invito alla presentazione del mio libro che avviene stamane alle 19.00 e giù di lì presso il mio blog violette.
    E' gradito abito da mezza sera e martini con oliva tra le dita.
    Porta i tuoi amici e anche i miei
    Arial

    RispondiElimina
  54. Davvero siamo solo io e te qui sul web?
    Bene e allora cin cin.
    Qualcuno arriverà intanto...
    Non si sa mai.
    Si comincia così con qualche amico e poi arrivano alla chetichella gli altri.
    Guarda lì che vedo giungere da dietro l'angolo il buon Capitano e poi l'ottima Sanchez, non so dove sia finita Ste, mi sa che è alle prese con qualcosa che di piacevole ha poco.
    E poi beh vado a cercarli.
    Grazie Cle sapevo che potevo contare su di te.

    RispondiElimina
  55. Eccomi qui: il Capitano è stato evocato e si presenta puntuale. Oggi ho la spiacevole sindrome del cinema vuoto, cioè i blog mi paiono desolati forse pure a causa del ponte. Ho l'impressione che se mi mettessi a parlare la mia voce virtuale produrrebbe degli echi come in quei cinema vuoti di cui si è detto. Aspettiamo che si palesi la Sanchez e magari la sensazione sparirà: za-zà :-)

    RispondiElimina
  56. Mi spiace deludervi, ma la Sanchez è momentaneamente assente. A quest'ora credo che sia in volo per rientrare in patria. Certo che il blog sembra un deserto. Sarà mica Fb la causa?.)

    RispondiElimina
  57. Chi è FB?
    Si è un deserto.
    A dopo

    RispondiElimina
  58. A pagina 72 del manuale delle giovani marmotte è riportato che per evitare dolorose cadute non girarsi in dietro camminando.Io aggiungerei i sogni sono ostacoli imprevedibili,dinamici e non si prende mai la rincorsa giuata.

    RispondiElimina
  59. Capisco che Fb ruba adepti sulla rete, salmodianti si ritrovano...
    Non conosco Fb, cioè, c'ho buttato un occhio , come direbbe la fatina del sabato sera, quella bionda che fa cantare i bambini.
    La trovo simpatica dopo che caracolla sui suoi abbondanti seni, non rifatti e la forma arrotondata.
    Insomma mi sono astenuta.
    Le domande puoi farle Cleide, si anche adesso, ti risponderò, pur lasciandoti quel tanto di mistero che poi serve a farti leggere.

    RispondiElimina
  60. solo un ciao :D
    buona settimana

    RispondiElimina
  61. si, è vero, stare in contatto è importante, essere un po' lo zoccolo duro di queste amicizie... osserviamo il mondo che cambia davanti ai nostri occhi e non in meglio... forse Orwell ha sbagliato solo l'anno...
    Un bacio, M.

    RispondiElimina